285 total views,  2 views today

Nella notte di San Lorenzo NOI abbiamo un desiderio e voi ?

La notte di San Lorenzo evento astronomico che ci fa immergere in uno scenario unico caratterizzato da uno SCIAME di METEORE che variano dal giallo al rosso, dal blu al verde.

Un quadro dipinto dalla natura che regala emozioni e suggestioni da sempre legati a riti e sogni è a tutti nota come la notte delle stelle cadenti.

Lorenzo (in latino: Laurentius; Huesca, 225 – Roma, 10 agosto 258) è stato uno dei sette diaconi di Roma, dove venne martirizzato nel 258 durante la persecuzione voluta dall’imperatore romano Valeriano nel 257. La Chiesa cattolica lo venera come santo.

 

In questo 2020 gli occhi puntati verso il cielo ci permettono di osservare lo sciame meteoritico, molto visibile dalla terra. La leggenda narra che queste stelle “Perseidi”, provenienti dalla costellazione di Perseo, siano le lacrime di San Lorenzo. ( lacrime di San Lorenzo, considerato evocativo dei carboni ardenti su cui il santo fu martirizzato)

Le stelle cadenti non sono altro che una pioggia di meteoriti che ogni anno, ciclicamente passano sopra il nostro pianeta nel mese di agosto, con un picco di attività nelle notti tra l’11 e il 12 Agosto.

Le Perseidi sono visibili a occhio nudo, fasci di luce velocissimi che attraversano il cielo, fenomeno provocato dai meteoriti che si scontrano con l’atmosfera terrestre, attirate dalla forza di gravità.

La loro velocità può raggiungere fino a 60 chilometri al secondo, in questa sua corsa il corpo celeste brucia molto rapidamente e mentre cade si sgretola creando la coda di luce.

San Lorenzo perseguitato in quanto cristiano, viene ucciso in modo brutale. Lo si festeggia il 10 Agosto e a questo giorno viene associata la notte delle stelle cadenti, o meglio alle sue lacrime, proprio per farci ricordare quanto abbia sofferto.

La leggenda narra che se in queste notti ci soffermiamo a guardare le sue “lacrime” condividiamo il suo supplizio e i nostri desideri potranno avverarsi. Anche per questo San Lorenzo viene chiamato il protettore dei sogni.

Per osservarle al meglio bisogna aspettare le prime ore dell’alba, quando sono più frequenti e luminose, e i giorni consigliati per il 2020 sono l’11 il 12 e il 13 agosto. Occorre guardare a Nord-Est, proprio sotto la costellazione di Cassiopea, posizionandosi in un luogo poco luminoso in assenza di luci artificiali, preferibilmente in un’ampio spazio ( prato o spiaggia) che ci permetta di osservare in modo completo il cielo.

NOI abbiamo un desiderio, e voi ?

Ci auguriamo che tutti abbiate un grande desiderio, il nostro è quello di poter realizzare al più presto il grande sogno di un Sud Est Milano sostenibile, con il prolungamento della metropolitana fino a Paullo.

Questo 2020 è iniziato proprio male per via della pandemia che ha provocato moltissimi morti in tutto il nostro pianeta e da quanto dicono gli esperti, le zone maggiormente colpite sono state quelle con un più alto tasso di inquinamento. Speriamo che sia anche l’inizio di un nuovo mondo, più attento alla salute dell’uomo.

 

I miei sogni sono irrinunciabili, sono ostinati, testardi e resistenti, e i vostri ?