N>O>I saremo alla Marcia della Pace Perugia / Assisi

“È tempo di ricominciare a lavorare per la pace.

La cura è il suo nuovo nome”: parte da questa premessa, che è anche un appello rivolto a tutti i cittadini, l’edizione 2021 della Marcia Perugia Assisi, la sessantesima dalla sua nascita nel 1961.
Il prossimo decennio sarà “decisivo per fermare il cambiamento climatico, impedire una nuova guerra mondiale, uscire dalla crisi sociale ed economica, effettuare la transizione ecologica, ma anche per democratizzare la rivoluzione digitale e prevenire nuove grandi migrazioni”, scrive il Comitato nazionale degli organizzatori.
Le sfide, dunque, sono enormi, e riguardano tutti. Ecco perché lo slogan scelto è “I care” – proprio come sosteneva Don Milani – con il significato di: “Mi interessa, mi assumo la responsabilità” di quello che accade nel mondo.
La Marcia della pace e della fraternità si terrà domenica 10 ottobre, con partenza da Perugia, dai Giardini del Frontone, e si concluderà alla Rocca Maggiore di Assisi.

Perché abbiamo scelto di partecipare ?

Per affrontare e risolvere questi grandi-problemi-comuni-glocali, c’è bisogno dell’impegno di tutti gli abitanti della terra, cittadini, cittadine e istituzioni di ogni livello. Dobbiamo sviluppare una mentalità e una cultura del “prendersi cura” capace di sconfiggere l’indifferenza, lo scarto e la rivalità che purtroppo prevalgono. Cura delle giovani generazioni, cura della scuola, cura degli altri, cura del pianeta, cura del bene comune e dei beni comuni, cura dei lavori di cura, cura della città, cura dei diritti umani, cura della democrazia,… C’è bisogno di una politica e un’ economia della cura.

Anche nel nostro territorio, nel Sud Est Milano, le Amministrazioni Comunali non stanno facendo nulla per contrastare il CONSUMO DI SUOLO, anzi tutti uniti e compatti si stanno adoperando per devastare la zona centrale di San Donato Milanese con nuove costruzioni pubbliche e private. Un suolo vergine pari a 9 campi da calcio. Ma non è solo questo, un’altra zona di San Donato Milanese, ai confini con Milano, all’interno del percorso delle Abbazie, denominata AREA SAN FRANCESCO è minacciata da future edificazioni.

N>O>I, marciamo per questo cambiamento, affinché vengano ascoltate le parole di PAPA FRANCESCO scritte nella sua enciclica LAUDATO SÌ

Non c’è più tempo, bisogna cambiare rotta.

I CARE